NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Perle di vetro veneziane in Alaska?

Perle di vetro veneziane in Alaska?

Una singolare ricerca condotta da Micheal L. Kunz e Robin O. Mills, pubblicata nel Volume 86 dell’American Antiquity (Aprile 2021), interessa il ritrovamento di perle di vetro veneziano in tre siti archeologici nella Brooks Range dell'Alaska: Punyik Point, un noto sito stagionale per i popoli Inuit, Lake Kaiyak House e Kinyiksugvik, risalenti al periodo indigeno della tarda preistoria.

Rilievi effettuati dall’ENEA all’Antica Spezieria di Santa Maria della Scala in Trastevere (Roma) per una ricostruzione 3D di locali e arredi

Rilievi effettuati dall’ENEA all’Antica Spezieria di Santa Maria della Scala in Trastevere (Roma) per una ricostruzione 3D di locali e arredi

L’ENEA (divisione FSN-TECFIS) è coinvolto in una collaborazione internazionale relativa al progetto  “ROMA HISPANA. Nuevas tecnologías aplicadas al estudio histórico, la musealización y la puesta en valor de Patrimonio Cultural español en Roma: la Spezieria di Santa Maria della Scala” finanziato dalla Conselleria de Innovación, Universidades, Ciencia y Sociedad Digital- Generalitat Valenciana  (2020-2021) e diretto dalla Prof. ssa Maria Luisa Vazquez dell’Università di Valencia. La Spezieria è gestita dall'ordine spagnolo dei Frati Carmelitani Scalzi.

Archeologi versus Computer. Il caso della classificazione della ceramica decorata del sud-ovest degli Stati Uniti.

Archeologi versus Computer. Il caso della classificazione della ceramica decorata del sud-ovest degli Stati Uniti.

Un interessante approccio, innovativo e alternativo, per la classificazione dei frammenti ceramici viene proposto da Leszek M.Pawlowicz  e Christian E.Downum, ricercatori  del Dipartimento di Antropologia della Northern Arizona University. In uno studio che appare nel volume 130 del Journal of Archaeological Science  (Giugno 2021).

Neanderthal del Circeo: il 10 giugno le immagini inedite degli eccezionali ritrovamenti di Grotta Guattari

I nuovi ritrovamenti della Grotta Guattari a San Felice Circeo (LT) sono fondamentali per lo studio dell’uomo di Neanderthal e del suo comportamento. Nel corso di ricerche sistematiche sono emersi significativi reperti fossili attribuibili a 9 individui di uomo di Neanderthal: 8 databili tra i 50mila e i 68mila anni fa e uno, il più antico, databile tra i 100mila e i 90mila anni fa. Sono inoltre stati rinvenuti reperti di iene, di elefante, di rinoceronte, di orso delle caverne e dell’uro, il grande bovino estinto. Questi, insieme agli altri due trovati in passato nel sito, portano a 11 il numero complessivo di individui presenti nella Grotta Guattari, che si conferma così uno dei luoghi più significativi al mondo per la storia dell’uomo di Neanderthal. La peculiarità della grotta, grazie alle eccezionali condizioni conservative, è quella di permettere un vero e proprio viaggio nel tempo con condizioni sostanzialmente immutate rispetto a 50 mila anni fa.

Software 3D per usi geologici applicato con successo all’analisi della decorazione murale di età romana

Nel bacino del Mediterraneo l'aspetto estetico della pietra ornamentale per l ‘edilizia è stato apprezzato fin dall'antichità, soprattutto dopo il IV secolo a.C. quando le nuove tecniche iniziarono a consentire il taglio di grandi blocchi in lastre sottili che potevano essere utilizzate per facciate di mattoni o con  pietre a basso costo.

CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo