NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
Missione Italiana in Pakistan scopre uno tra i più antichi templi buddhisti del Gandhara

Missione Italiana in Pakistan scopre uno tra i più antichi templi buddhisti del Gandhara

Missione Italiana in Pakistan scopre uno tra i più antichi templi buddhisti del Gandhara. Risale al II sec. a.C e si trova nell’antica città di Barikot in Pakistan. La scoperta di uno dei più antichi templi buddhisti al mondo nell’antica città di Barikot, nella regione dello Swat, è il frutto dell’ultima campagna di scavo della missione italiana in Pakistan. La datazione si attesta intorno alla seconda metà del II secolo a.C., ma probabilmente risale ad età più antica, al periodo Maurya, dunque III secolo a.C., ma solo le datazioni al radiocarbonio (C14) ce ne daranno certezza. La scoperta getta una nuova luce sulle forme del buddhismo antico e la sua espansione nell’antico Gandhara e aggiunge un nuovo tassello a ciò che si conosce sull’antica città.

Stonex XH120 SLAM Laser Scanner per i Beni Culturali

Stonex XH120 SLAM Laser Scanner per i Beni Culturali

XH120 è un Laser Scanner portatile veloce ed efficiente, incentrato sulla più recente tecnologia STONEX SLAM. Il laser scanner portatile Stonex XH120 consente di rilevare e scansionare in modo efficiente architetture, caverne ipogee, monumenti, manufatti ed ogni genere di bene culturale materiale anche in condizioni di estrema difficoltà dovute alle caratteristiche morfologiche dei luoghi e dei terreni. Grazie alla sua semplicità, trasportabilità e rapidità d'uso, si trasforma in un compagno di rilievo affidabile e di cui non si potrà più fare a meno. 

Cavalli

Bioingegneria in Siria e nella Mesopotamia di 4.500 anni fa: il kunga

I cavalli dovevano ancora fare la loro comparsa in Siria e nella Mesopotamia settentrionale, tra Tigri ed Eufrate, ma non per questo 4.500 anni fa mancavano altri equidi che potessero essere utilizzati nelle battaglie e nelle tante attività economiche a partire da quelle agricole. C’era in particolare il kunga a tirare in battaglia i carri a quattro ruote, facendo la differenza in guerra ma utilizzato anche nella diplomazia, nelle cerimonie e come dote. Era un ibrido intenzionalmente prodotto dalle società siro-mesopotamiche.

Marino e l’arte tra Cinque e Seicento a cura di Emilio Russo, Patrizia Tosini e Andrea Zezza

Marino e l’arte tra Cinque e Seicento a cura di Emilio Russo, Patrizia Tosini e Andrea Zezza

E’ una novità editoriale il fascicolo del 2019 della rivista ‘L’Ellisse. Studi storici di letteratura italiana’ (Anno XIV, 2019/2), edita dall’«Erma» di Bretschneider: dedicato a “Marino e l’arte tra Cinque e Seicento” e’ a cura di Emilio Russo, Patrizia Morsini e Andrea Zezza. 

Pagina 1 di 124

CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo