TECHNOLOGYforALL 2023, il panel dedicato alle Tecnologie per la Fruizione dei Beni Culturali

 TECHNOLOGYforALL 2023, il panel dedicato alle Tecnologie per la Fruizione dei Beni Culturali

Il 15 Novembre, nell'ambito della sessione Tecnologie per la Fruizione dei Beni Culturali: Le innovazioni tecnologiche dal mondo della Fruizione e della Sostenibilità (F. 16:30 - 18:30) dell'evento Technologyforall | 8 che si terrà presso l'Hotel Cristoforo Colombo EUR,  verranno presentate diverse tecnologie da parte di numerose aziende del settore, speaker e Istituzioni.  L'ottava edizione vedrà la presenza di: 

Hiboucoop Heritage & Digital Humanities è una cooperativa di professionisti, nata ad Imola nel 2019. Alla base del progetto aziendale è presente un solido approccio umanistico e la produttiva interoperatività fra soluzioni digitali e conoscenza del patrimonio, finalizzata a generare nuove proposte interpretative per la cultura. Una dimensione multiforme, difatti, che nel corso degli anni si è sviluppata su più ambiti: dagli archivi ai musei e dalla progettazione culturale per enti pubblici e privati alla realizzazione di soluzioni digitali per la fruizione del patrimonio, fino alla manifattura digitale. 

Mezzo Forte è nata nel 2019 dall'idea di un team di sound designer, ingegneri del suono, sviluppatori e ricercatori con lo scopo di mettere un'esperienza pluriennale nel campo dell'audio 3D a servizio della cultura, dell'arte e dello storytelling. In breve tempo il team si è esteso ad un network internazionale di musicisti, compositori e performer che garantiscono la più alta qualità dei contenuti proposti. Mezzo Forte si occupa di progetti legati alla realtà acustica aumentata a servizio di musei, spettacoli, concerti e visite guidate, sempre in un'ottica di innovazione. Crea esperienze immersive su misura, costruisce i contenuti ed il sound design, realizza l'infrastruttura tecnologica, per consentire a qualsiasi progetto di acquistare una nuova dimensione attraverso il suono.

Xenia Progetti è attiva nel settore ICT da oltre 30 anni e fornisce prodotti, soluzioni e servizi innovativi in diversi mercati. L’azienda è caratterizzata da una costante attenzione all’innovazione e, grazie alla sua attiva collaborazione con i maggiori Centri di Ricerca e le Università del territorio, e alla partecipazione ai Consorzi, Distretti Produttivi e Tecnologici presenti in Sicilia, è partner in numerosi progetti di Ricerca & Sviluppo, che consentono all’azienda di acquisire know-how su tecnologie all’avanguardia e di sviluppare soluzioni innovative. La collaborazione con le grandi industrie manifatturiere presenti sul territorio siciliano (Etna Valley e i poli del petrolchimico) ha permesso all’azienda di posizionarsi come partner preferenziale per l’integrazione di sistemi e di estendere il suo campo d’azione in Italia e all’Estero e in altri settori quali le Telecomunicazioni, la Sanità, la Pubblica Amministrazione, la Gestione Documentale. Le tecnologie più innovative, come Realtà Aumentata, Computer Vision, Machine Learning, Image Based Localization (IBL) e Realtà Virtuale sono, invece,  alla base delle applicazioni di Xenia per i Musei e i Beni Culturali. Al Technology for All saranno presenti con soluzioni demo che risponderanno a tre casi d'uso: 
- Soluzioni AR a supporto delle visite all’interno di strutture museali (Indoor Solution);
- Soluzioni AR a supporto della fruizione di itinerari all’aperto (Outdoor Solution);
- Soluzioni VR che permette agli utenti di accedere virtualmente ad ambienti museali ricostruiti in 3D e interagire con gli oggetti presenti all’interno (Metaverse Solution).

Haltadefinizione, dal 2017 tech company della casa editrice Franco Cosimo Panini,  nasce nel 2004 come azienda indipendente concentrando le proprie attività sulle immagini d’arte in altissima definizione e sulle tecnologie di acquisizione in gigapixel. Sin dall’inizio, infatti, si è dedicata esclusivamente al mondo dei Beni Culturali e alla loro conservazione e valorizzazione attraverso le tecnologie digitali, al cui sviluppo ha contribuito grazie alla collaborazione con il partner tecnologico Memooria.  Partendo dai grandi progetti di digitalizzazione realizzati da Haltadefinizione, verranno illustrate le tecnologie utilizzate per l’acquisizione in gigapixel e 3D di materiali eterogenei quali dipinti, sculture, materiali cartacei e monete, fino alla digitalizzazione di interi edifici (monumenti e strutture architettoniche) tramite rilievo aerofotogrammetrico e laser scanner. Una particolare attenzione sarà dedicata alla componente di project management necessaria per portare a termine con successo complessi progetti di trasformazione digitale. Attraverso una esperienza pratica sull'uso di Coosmo, il software di Digital Asset Management sviluppato per gestire e fruire di immagini in gigapixel, panorami a 360°, RTI, modelli 3D, audio e video, saranno illustrate le ragioni per cui rappresenta una delle soluzioni più avanzate per archiviare e condividere agilmente una vasta quantità di dati. Verrà infine approfondito il tema dell’integrazione delle IIIF resources in questo contesto.

 Testo Spa, nata come piccola azienda di produzione di termometri nel 1957, oggi è una società presente in tutto il mondo e uno dei più esperti fornitori di soluzioni di misura. Come esperto di tecnologia di misura, ha già convinto più di 650.000 clienti in tutto il mondo grazie a strumenti di misura ad alta precisione e a soluzioni innovative per la gestione dei dati.  Al Forum 2023 presenterà: Il monitoraggio per la conservazione dei beni culturali e controlli all'infrarosso.

Quest'anno il panel  dedicato ai Beni Culturali sarà ampliato dalla presenza di  ospiti d'eccezione:

Fabio Viola, Videogame Designer and Producer, Creative Director, Art Curator & Museum Serial Innovator. Considerato uno dei più influenti gamification designer al mondo, dopo aver lavorato per multinazionali del videogioco come Electronic Arts Mobile e Vivendi Games su titoli iconici come Fifa, The Sims, Crash Bandicoot, Harry Potter, dedica la sua carriera all’intersezione tra gaming e vita reale. Tra le sue produzioni, ricordiamo: “The Medici Game” per le Gallerie degli Uffizi,  “Father and Son” per il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, “A Life in Music” primo videogioco al mondo prodotto dal Teatro Regio di Parma e“Past for Future” per il Marta di Taranto.  Viola, con il suo intervento, si soffermerà su come Il XXI secolo sta completamente ridisegnando il modo in cui produciamo, facciamo circuitare e fruiamo le esperienze culturali dimostrando la necessità di un paradigma non più da attrattore bensì da attivatore culturale. Non importa che si approcci la realtà virtuale, realtà aumentata, videogames, intelligenze artificiali, diventa centrale il superamento della digitalizzazione a favore di uno schema digitale nativo in cui la tecnologia sia strumentale alla nuova creatività di contenuti e favorisca un ruolo di spettatore per il pubblico storicamente abituato ad essere semplice spettatore. A seguire, la partecipazione della Fondazione Giorgio Cini,  un’istituzione culturale conosciuta internazionalmente che continua a trarre ispirazione dalla vocazione originaria e si distingue per essere, allo stesso tempo, un centro di studi e un luogo di incontri e dibattiti su questioni contemporanee. Uno spazio nel quale si sovrappongono costantemente l’attività scientifica – con progetti di ricerca ed eventi che mirano a migliorare la “conoscenza del mondo” – e la riflessione sull’attualità politica e sociale che promuove la ricerca multidisciplinare e sperimenta il confronto tra saperi e culture scientifiche e professionali diverse, allo scopo di fornire nuovi strumenti di analisi e di comprensione, oltre che occasioni propizie per “costruire un mondo nuovo”. Chiara Casarin,  Contemporary art curator and Director of A Collection (a-collection.org) e Art historian presso Art Heritage and Culture, partendo dal presupposto che le pratiche della digitalizzazione sono ineguagliabili e ormai insostituibili strumenti per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio e che possono esserlo altresì per la produzione di nuove opere, illustrerà il  caso della Maschera del Tempo, una creazione audiovisiva realizzata per la Fondazione Giorgio Cini da Mattia Casalegno e il sound artist Maurizio Martusciello aka Martux_m (annunciata il 10 aprile 2022, giorno della riapertura del Teatro Verde nell’Isola di San Giorgio Maggiore). Il progetto nel suo insieme si propone di dare vita, anche virtuale, a uno dei teatri più suggestivi di Venezia, di mettere in connessione la creatività contemporanea dotata di innovazioni volte alla narrazione più raffinata verso un pubblico vicino e lontano indagandone le potenzialità a partire da una riflessione sul Teatro come luogo di finzione e rappresentazione. Mattia Casalegno ha fatto propri alcuni strumenti della digitalizzazione e ha elaborato le immagini tratte dai droni scanner. In conclusione,  William Nonnis, attualmente in forza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, struttura di Missione PNRR, da circa un ventennio si occupa di sviluppo software e Web Applications, dal 2012 studia, progetta e sviluppa Blockchain,  riconosciuto tra i 10 Top Blockchain Developer e il purista della Blockchain: illustrerà come il Blockchain NFT può essere a supporto del Patrimonio Culturale. 

 Sessione F. 16:30 - 18:30 Tecnologie per la Fruizione dei Beni Culturali
Le innovazioni tecnologiche dal mondo della Fruizione e della Sostenibilità
Moderatore: Consiglio Nazionale delle Ricerche, Luca Papi

  • La trasformazione digitale dei patrimoni culturali: dai grandi progetti di digitalizzazione ai software per la valorizzazione
    Haltadefinizione, Giovanni Borelli,

  • Pratiche di digitalizzazione e fruizione connessa: la Maschera del tempo
    Fondazione Giorgio Cini , Chiara Casarin

  • Luoghi di consumo di produzione culturale? Come il digitale cambia le culture del XXI secolo
    Museum Serial Innovator, Fabio Viola

  • Tecnologie e Beni Culturali: Innovazione, Inclusività e Sostenibilità
    Xenia Progetti, Ketty Cantone

  • Hibou: tra innovazione e humanities, un'impresa al servizio del Patrimonio Culturale | AR VISIT: nuove frontiere digital per percorsi di visita esperienziali
    Hibou Coop | Mezzoforte, Nicolò Tinarelli | Andrea Bonacini

  • Blockchain NFT a supporto del Patrimonio Culturale e non solo
    William Nonnis

  • Monitoraggio per la conservazione dei beni culturali e controlli all'infrarosso
    Testo SpA, Carmine Toscano 

LOCATION: Hotel Cristoforo Colombo EUR,  Via Cristoforo Colombo, 710 - 00144 Roma.
DATA: Martedi 14, Mercoledì 15, Giovedì 16 Novembre 2023, ore 09:00-18:00.

 

Scopri il programma del TECHNOLOGYFORAL | 8

Pin It

Related Articles