NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Aperto il geoportale dei nuraghi Nurnet

geoportale-nurnetE' stato realizzato dal CRS4 (Centro di Ricerca, Sviluppo e Studi Superiori in Sardegna) in collaborazione con la Fondazione Nurnet, da cui il nome, il geoportale web dedicato al patrimonio culturale nuragico e prenuragico della Sardegna, al momento in versione beta. L'applicazione, basata su un sistema GIS e PGIS, cioè partecipativo, con mappe Google e Open Street Map, "consente di consultare e modificare i dati presenti, di inserirne di nuovi, in un’ottica di open data, ossia di dati liberamente accessibili a tutti". 

Gli utenti sono invitati alla generazione e gestione delle informazioni dei siti archeologici: localizzazione, storia, stato conservativo, fotografie in modo da arricchire questo vasto geo-database relativo al ricco patrimonio archeologico della Sardegna: nuraghi, dolmen, domus de janas, menhir, villaggi, edifici per il culto dell'acqua. 

Da venerdì 4 aprile 2014 per tre settimane, presso il Centro Comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto” di Cagliari (via Santa Croce 18, livello interrato -2) sarà possibile accedere in modo interattivo al portale georeferenziato dei nuraghi Nurnet all’interno della mostra-laboratorio “Futuro prossimo. Riscriviamo insieme la città e i territori”, dedicato alla progettualità, alla creatività e ai percorsi di idee per Cagliari Capitale Europea 2019.

 

Visita il portale Nurnet

 

Fonte: CRS4

 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo