NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Giovedì, 23 Novembre 2017 14:57

EasyCUBE PRO: tecnologia innovativa per i beni architettonici

Redazione Archeomatica

EasyCUBE PRO, tecnologia per la conservazione e la valorizzazione dei beni architettonici, un approccio concreto e sul campo applicato al porto fluviale romano di Aquileia.

La società Virtualgeo di Sacile (PN) ha messo a disposizione del Corso di Laurea Magistrale in Architettura dell'Università degli Studi di Trieste le proprie tecnologie GeomaticsCube per avviare una collaborazione nell’ambito del corso di Tecnologie per la conservazione e la valorizzazione dei beni architettonici, attivato quest’anno per la prima volta. 

L’attività formativa prevede anche un’esperienza sul campo durante la quale, mediante l’impiego di un modello 3d avanzato di un sito archeologico, verranno individuate e mappate le diverse forme di degrado presenti, sempre relazionate ai materiali sui quali insistono, per poi definire le più idonee tecniche d’intervento e la loro relativa quantificazione.
Il corso, che si configura anche come un vero e proprio progetto di ricerca, alterna attività in aula e sul campo, coinvolge 36 studenti, è coordinata dal prof. Sergio Pratali Maffei, è stata avviata lo scorso ottobre 2017 e proseguirà fino alla fine del primo semestre accademico.advanced
A rendere ancora più interessante l’esperienza è stata la scelta dell’area oggetto di studio, che è quella del porto fluviale di Aquileia, uno degli esempi meglio conservati di struttura portuale del mondo romano.

Virtualgeo ha realizzato la campagna di rilievo dell'area interessata utilizzando il laser scanner terrestre per l'acquisizione dei resti architettonici e del terreno circostante. Attraverso una campagna di rilievo fotografico, sia terrestre che con drone, sono state inoltre create ed applicate le texture fotogrammetriche al modello 3D. Utilizzando le tecnologie dell'ecosistema proprietario Geomaticscube, a partire dai dati frutto della campagna di rilievo Virtualgeo ha quindi realizzato il modello Advanced 3D del sito archeologico. L'Advanced 3D è una tipologia di modello che, in linea con le direttive della Commissione Europea 2013 del progetto Reflective 7 - Horizon 2020, oltre ad essere fedele al reale in termini morfometrici e fotogrammetrici, risulta essere organizzato, informativo e semantico.

L'individuazione e la mappatura delle zone geolocalizzate di degrado è stata eseguita utilizzando il software EasyCUBE PRO, pensato e rivolto al mondo professionale che consente di gestire, interrogare e sviluppare i modelli Advanced 3D.

EasyCUBE PRO è composto da vari strumenti che si possono raggruppare nelle seguenti macrocategorie: gestione del progetto, modalità di visualizzazione, strumenti di navigazione, strumenti di visualizzazione, strumenti per l'analisi e le indagini metrologiche, diagnostiche, as-buit e multimedia, simulazioni visive e rendering di immagini ad alta risoluzione.
Nel caso specifico di Aquileia è stato impiegato principalmente lo strumento di segmentazione, che ha consentito anche di creare un glossario specifico per l’analisi del degrado e le indicazioni di intervento, mediante una mappatura tridimensionale e geolocalizzata dettagliata. L'area archeologica rilevata è stata suddivisa in settori contigui, ciascuno dei quali assegnato a piccoli gruppi di studenti, che hanno impiegato una copia del software per eseguire la mappatura dei degradi presenti nel proprio settore e definire la localizzazione e l’estensione degli interventi previsti.

www.virtualgeo.eu

Ultima modifica il Venerdì, 24 Novembre 2017 13:12
http://www.digitalmeetsculture.net

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo