NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 10 Settembre 2018 11:57

Concorso Nazionale “Metti in Mostra l’Archeometria”

Redazione Archeomatica

Una delle attività che ha maggiormente impegnato l’Associazione Italiana di Archeometria (AIAr) nel campo della conoscenza e diffusione delle metodologie scientifiche applicate allo studio del patrimonio culturale è stata la rassegna nazionale “Arte e(ʹ) Scienza”.

Una serie di incontri, seminari e laboratori che, nelle quattro precedenti edizioni (http://www.associazioneaiar.com/wp/as/), ha visto impegnati i ricercatori AIAr presso musei e siti archeologici, in stretta collaborazione con ricercatori di altri enti di ricerca, per fornire ai visitatori informazioni, formazione e delucidazioni sulle indagini scientifiche utili per la diagnostica, la conservazione e la valorizzazione dei reperti presenti nei siti museali o archeologici coinvolti.

Con la partecipazione di oltre 13000 visitatori nel corso degli anni, tale iniziativa è stata accolta con grande interesse, dimostrando il ruolo fondamentale che può essere svolto dalle scienze nella progettazione dei percorsi museali, in modo da consentire ai visitatori di partecipare della scoperta di informazioni non ottenibili dall’osservazione diretta ad occhio nudo o derivabili dalle sole informazioni storico- artistiche e archeologiche.

In continuità con questo impegno, l’AIAr presenta quest’anno la prima edizione del Concorso Nazionale “Metti in mostra l’Archeometria” con il quale “Arte e(‘) Scienza” potrà diventare mostra permanente contribuendo, grazie alla collaborazione tra i ricercatori e gli istituiti museali che aderiranno, ad un’innovativa e consapevole fruizione di un pubblico sempre più attento agli aspetti scientifici e delle tecnologie applicate.

La partecipazione al concorso, che ha ottenuto il patrocinio di ICOM Italia (http://www.icom-italia.org/) e CHnet-INFN (https://chnet.infn.it/it/home-2/), prevede la progettazione e la realizzazione di allestimenti museali che presentino contenuti archeometrici su un’opera o insieme di opere/reperti, attraverso elaborati fisici (totem, poster, etc…) o multimediali che abbiano come principale finalità quella di illustrare gli aspetti scientifici – tecnologici dell’opera/reperto, attraverso linguaggi e modalità accessibili a tutti, pur mantenendo elevata la qualità scientifica dei contenuti. Gli allestimenti museali “archeometrici” avranno lo scopo di illustrare il contributo delle scienze applicate alla ricostruzione oggettiva del contesto storico-artistico e archeologico e nella comprensione tecnico-scientifica dei processi di esecuzione delle singole opere.

Ai partecipanti si chiede di realizzare un elaborato, progettato in accordo con l’istituto ospite (museo, parco archeologico, accademia, etc.), che mantenga una coerenza stilistico-estetica con il contesto dell’esposizione in cui dovrà inserirsi in modo permanente, e che integri quanto più possibile le informazioni archeometriche con i tradizionali contenuti storico-archeologici -stilistici già presenti

Ogni candidato può presentare un solo progetto e dovrà inviare entro e non oltre il 31 gennaio 2019 la documentazione utile alla presentazione e candidatura del progetto, inviando per mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per ulteriori informazioni visitare la pagina http://www.associazioneaiar.com/wp/mma/

 

Ultima modifica il Lunedì, 24 Settembre 2018 19:58

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sea Drone Gallipoli

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo