NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Ambiente e Beni Culturali, convegno a Roma

evento iscr ispraE' in programma il 3 marzo 2015 presso la Sala Conferenze dell'Istituto Superiore per il Restauro dei Beni Culturali di Roma il Convegno dal titolo "Ambiente e Beni Culturali" dedicato alla presentazione delle attività di ricerca nate dalla collaborazione tra l'ISCR e l'ISPRA relative all'impatto dell'ambiente sui Beni Culturali. 


La presenza sul territorio italiano di una parte consistente del patrimonio storico-artistico mondiale deve rendere il nostro paese particolarmente sensibile allo sviluppo di strategie nel settore della conservazione preventiva e al sostegno di studi e ricerche scientifiche finalizzati ad assicurare il più possibile ottimali condizioni di conservazione.
Sulla base delle conoscenze acquisite, ISPRA e l’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, hanno stipulato oltre 15 anni fa un accordo di collaborazione per mettere in comune conoscenze e dati per migliorare le informazioni relative all’impatto dell’ambiente sui beni culturali e per implementare le informazioni sull’interazione tra le opere d’arte e il territorio in cui esse sono collocate, al fine di programmare le attività di manutenzione di un bene e gli eventuali interventi di restauro.
I risultati di tale collaborazione e i progetti futuri verranno presentati nel corso del convegno che si svolgerà il 3 marzo prossimo a Roma presso la Sala Conferenze dell’ISCR (via di San Michele, 25).


Come immagine “guida” del Convegno è stato scelto l’Elefantino di piazza della Minerva a Roma, opera emblematica della relazione tra ambiente e bene culturale. Il monumento è stato oggetto di un intervento di restauro curato dall’ISCR dal luglio 2011 all’inizio del 2012.

 

Scarica il Programma

Fonte: ISCR, ISPRA

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo