NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Iniziata l'attività di documentazione del Mausoleo di Lucilio Peto

Rilievo del Mausoleo di Lucilio Peto a RomaE' iniziata l'attività di ricerca del Geographic Research and Application Laboratory (GREAL) dell'Università Europea di Roma al Mausoleo di Lucilio Peto, in Via Salaria 125 a Roma. Il gruppo di ricerca, costituito dalla Dott.ssa Flavia Salvatori (ITABC-CNR), dal Dott. Gianluca Casagrande (Università Europea di Roma) e dal Dott. Emiliano Tondi (Poleis S.C.a.r.l.) ha iniziato una prima ricognizione del monumento nella giornata di martedi 16 luglio. Il primo step dei lavori si concluderà giovedi 18 luglio.

Scopo finale delle attività di ricerca è un aggiornamento della documentazione sulle attuali condizioni esterne del manufatto, in preparazione di una ricostruzione tridimensionale dell'edificio e di un eventuale rendering virtuale dello stesso nel suo stato originario.

 

Rilievo del Mausoleo di Lucilio Peto a Roma

La prima sessione di lavoro ha previsto la definizione di una rete topografica di "ground control points" e una prima serie di sorvoli con micro-drone per avviare la raccolta di immagini da utilizzare nella successiva elaborazione del modello virtuale; le attività di questa prima fase proseguiranno fino al 18/7.

Il programma complessivo delle attività di ricerca e di elaborazione dei dati si protrarrà fino all'autunno 2013; copia di tutti i dati ricavati nel corso dei lavori sarà messa a disposizione della Soprintendenza Archeologica di Roma.

E’ possibile seguire le attività svolte dal GREAL su Twitter (@LabGreal) e Instagram (LabGreal), attraverso l’hashtag #GeoLaboratory. Un video è disponibile su Youtube.

 

 

Fonte: Geographic Research and Application Laboratory (GREAL) 

 

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo