NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Lunedì, 31 Marzo 2014 13:36

CAD-CAM: Esperienze di utilizzo di uno scanner a luce strutturata in diversi contesti applicativi

3d-beniculturali-ferrara2014-egsNel 2012, servendosi della tecnologia EGS, il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali (DICAM) dell'Università di Bologna ha effettuato il rilievo della Colonna dei Francesi, monumento storico eretto nel 1557 in commemorazione della Battaglia di Ravenna, per favorirne lo studio, la conservazione, il restauro e la valorizzazione. Sono stati utilizzati scanner 3D abbinati al software CAD Leios, tecnologia che ha permesso di ottenere informazioni dettagliate in tempi brevi e di ricostruire un modello digitale fedele nella forma e nel colore al monumento originale.

Durante la XXI edizione del Salone del Restauro di Ferrara la società EGS ha organizzato un incontro in collaborazione con il DICAM e Stampa3dbologna By Eliofossolo, per mostrare nel concreto i risultati ottenuti durante alcune esperienze di utilizzo di scanner a luce strutturata. 

Venerdì 28 marzo l'incontro dal titolo CAD/CAM: Esperienza di utilizzo di uno scanner a luce strutturata in diversi contesti applicativi ha visto la presenza del Prof. Gabriele Bitelli e del Dott. Ing. Valentina Alena Girelli, DICAM - Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica, Ambientale e dei Materiali - Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. e del Dott. Ing. Simone Zanasi, EGS.

Nel rilievo di oggetti di dimensioni ridotte, sia nel campo dei Beni Culturali che per applicazioni particolari dell’Ingegneria Civile, si è rivelata particolarmente interessante l’adozione di un sistema di scansione a luce strutturata, facilmente trasportabile e dunque molto versatile, dotato di alta velocità di scansione e con valori di precisione intorno a 0.1 mm, con capacità di acquisizione contestuale del colore a scopo di texturizzazione del modello tridimensionale. Nella fase di elaborazione le nuvole di punti acquisite dallo scanner vengono sottoposte a varie operazioni di editing, allineamento, fusione, generazione di mesh ed estrazione di elementi geometrici caratteristici.

Il sistema è stato adottato con successo in diversi casi di studio caratterizzati da problematiche e caratteristiche geometriche diverse: dal rilievo sperimentale delle variazioni superficiali di una muratura soggetta a degrado, alla realizzazione di un modello tridimensionale per la Colonna dei Francesi a Ravenna, all’acquisizione e rappresentazione 3D dell scultura bronzea del Nettuno al Museo Civico Medievale di Bologna.

 

Fonte: EGS

 

Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 17:34

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo