NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
Cappella Brancacci un viaggio tra reale e virtuale

Cappella Brancacci un viaggio tra reale e virtuale

Nell’ambito dell’IX edizione di Arte e(') Scienza, iniziativa organizzata annualmente dall’Associazione Italiana di Archeometria (AIAr), il CNR ISPC con la collaborazione del Comune di Firenzeorganizza una visita ibrida e collaborativa, tra virtuale e reale, della Cappella Brancacci, capolavoro del Rinascimento fiorentino. Il visitatore potrà compiere un viaggio alla scoperta delle storie raccontate da Masaccio, Masolino e Filippino Lippi sulle pareti della Cappella.

Il 17 Dicembre 2022 dalle ore 13:00 alle ore 18:00 si avrà la possibilità di salire sul ponteggio montato nella Cappella Brancacci per scoprire come le metodologie scientifiche applicate hanno supportato lo studio conoscitivo e conservativo del ciclo pittorico. Gli affreschi si potranno vedere da una posizione privilegiata, osservandoli dal punto di vista dei pittori con due guide d’eccezione: Sara Ragazzini, storica dell’arte del servizio Belle Arti del Comune di Firenze, profonda conoscitrice di questi affreschi e Donata Magrini, ricercatrice del CNR ISPC, che vi racconterà il lavoro di diagnostica attualmente in corso. Inoltre con l’ausilio di un tablet, si potranno indossare i panni di uno dei personaggi affrescati nella Cappella Brancacci ed esplorare virtualmente l’interno della Cappella alla scoperta di vicende e curiosità che hanno contribuito alla realizzazione del capolavoro. L’esperienza ha la durata di circa 50 minuti e prevede la partecipazione massima di 5 persone per sessione. Per la prenotazione è necessario inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Brancacci Caliri scaled

Fig.2 - Le attività di diagnostica del CNR ISPC, presso la Cappella Brancacci, Firenze. Leonardo Rescic, CNR ISPC

 

Brancacci project 2 scaled

Fig. 3 - Le attività di diagnostica del CNR ISPC, presso la Cappella Brancacci, Firenze. Leonardo Rescic, CNR ISPC

 CNR ISPC

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3fkd

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo