NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

acier-archeologiqueUn'équipe interdisciplinare ha dimostrato per la prima volta che il ferro veniva introdotto in rinforzo alla pietra già nelle fasi della costruzione. Questo studio, frutto di una collaborazione tra il Laboratorio Archeometalli e previsione dell'alterazione del CNR francese (CNRS/CEA), il Laboratorio di misura del carbonio 14 (CNRS/CEA/IRD/IRSN/Ministère de la Culture et de la Communication) et l'équipe Storia dei poteri, saperi e società dell'Università Paris 8, apre un nuovo capitolo merito alle maestranze tecniche e alle intenzioni dei costruttori delle cattedrali.

Pubblicato in Documentazione

san-giovanni-evangelista-ravennaIl progetto, "La storia che cela la storia. Un museo virtuale per riscoprire la chiesa di San Giovanni Evangelista in Ravenna", si propone come obiettivo principale la raccolta delle conoscenze – storiche, artistiche, fotografiche, archivistiche, bibliografiche, musicali e archeologiche – riguardanti l’edificio e le molteplici modificazioni strutturali subite in quasi sedici secoli di esistenza.

Pubblicato in Musei

eagle-epidoc-workshopSono aperte le iscrizioni al workshop di quattro giorni sul mark-up di testi epigrafici e papirologici in TEI-EpiDoc che si terrà presso il Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna dal 26 al 29 maggio 2014. Il workshop sarà tenuto da Pietro Liuzzo (Universität Heidelberg), Dr. Ljuba Merlina Bortolani (Universität Heidelberg), Andrea Zanni (Wikimedia Italia) e Alice Bencivenni (Università di Bologna). Eventuali spese di viaggio e alloggio non sono coperte.

Pubblicato in Eventi

hello-laquilaUna nuova modalità di fruizione online del centro storico de L'Aquila, colpito dal terremoto nel 2009, è ora disponibile per tutti. Il progetto si chiama Hello L'Aquila ed è stato realizzato per monitorare lo stato attuale della città (staot dei danni, cantieri, ricostruzioni) mediante l'acquisizione di 12.000 foto georeferenziate e trasformate in panoramiche sferiche per permettere una visione e a 360°. Sono disponibili 400 foto (elaborate con le tecnologie Google) sferiche che verranno incrementate nei prossimi mesi.

Pubblicato in Documentazione

Torre del Castello San NicolaIl turismo culturale negli ultimi tempi ha avuto un enorme sviluppo ed è in costante crescita in tutto il mondo; per l’Italia può rappresentare un’importante risorsa economica dato il suo straordinario patrimonio storico e artistico. In particolare è in forte sviluppo il turismo archeologico, legato all’identità e alle peculiarità di uno specifico territorio, la cui eccellenza va valorizzata presso il pubblico con l’utilizzo di nuovi strumenti digitali che permettano di accedere ad una rete di informazioni integrata e intelligente.

Pubblicato in ICT beni culturali

Leger ContrastofFormsSono stati annunciati i risultati ottenuti dal Laboratorio per l’Ambiente e i BEni Culturali (LABEC) dell'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), sede di Firenze, con analisi al radiocarbonio sull'originalità di un dipinto attribuito a Fernard Léger, acquisito all'inizio degli anni 70 dalla nota mecenate americana Peggy Guggenheim. Si riporta il comunicato stampa inviato dall'INFN . 

Pubblicato in Documentazione

pentateucoL'Università di Bologna da pochi giorni può vantare un prestigioso primato: la pergamena della Torah più antica al mondo fin'ora conosciuta. Non si tratta, però, di una "recente acquisizione" che va ad arricchire la biblioteca dell'ateneo bolognese, bensì di un manoscritto da sempre facente parte della collezione ma la cui "vera età" è stata rivelata tardivamente.   

La pergamena contrassegnata dalla segnatura "Rotolo2", contiene i 5 libri del Pentateuco (Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio). Di notevoli dimensioni (alto circa 64 cm e lungo ben 36 m), il rotolo manoscritto é stato a lungo ed erroneamente ritenuto appartenente al secolo XVII. 

Pubblicato in Documentazione
Mercoledì, 15 Maggio 2013 09:37

Recenti datazioni al radiocarbonio al CEDAC

TandetrIl CEDAD - CEntro di DAtazione con il radiocarbonio e Diagnostica nucleare del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento parteciperà ad un importante convegno presso il Museo del Teatro Roma di Lecce sui risultati di scavi italiani in Siria. Il CEDAD è diretto dal professor Lucio Calcagnile, ordinario di Fisica Applicata, che sin dalla sua realizzazione nel 2000, collabora con gli archeologi dell’Università del Salento e di altre Università italiane e straniere.  Al CEDAD sono stati datati con un acceleratore di particelle finora circa 15.000 campioni che hanno consentito di stabilire la cronologia assoluta di centinaia di siti archeologici in Italia e all’estero. Tra le ricerche del CEDAD quelle sul tesoro di Massenzio, la Lupa Capitolina, e gli studi su  Pico della Mirandola e Caravaggio.

Pubblicato in Documentazione

riccardo terzoE' stata annunciata negli ultimi giorni un'importante scoperta scientifica sull'attribuzione di uno scheletro a Riccardo III Re di Inghilterra nel XV secolo, noto per la sua cattiveria e crudeltà. Lo scheletro, finora ritenuto andato perso, è stato ritrovato lo scorso settembre in un parcheggio di Leicester, cittadina delle Midlands orientali ed è stato studiato dai ricercatori dell'università della medesima località. Quali sono le tecnologie impiegate in questo studio?  Si tratta della datazione con il metodo del radiocarbonio (C14), tomografia computerizzata e, ovviamente, il test del DNA. I dati ottenuti con quest'ultimo esame, sul DNA estratto da un dente, sono stati confrontati con quelli di un mobiliere canadese di Londra, Michael Ibsen, discendente di Anna di York, sorella di Riccardo III, e di un altro discendente volontariamente rimasta anonima. 

Pubblicato in Ultime

Marte5Marte5, giovane startup toscana attiva nello sviluppo di servizi digitali innovativi, sarà presente in qualità di sponsor tecnico al Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze, dall’8 al 10 novembre.

Sarà l’occasione per presentare le potenzialità della Realtà Aumentata, tecnologia che consente di sovrapporre al mondo fisico (oggetti, superfici, luoghi) contenuti interattivi quali video, immagini, animazioni, 3D e collegamenti web, resi poi accessibili attraverso apposite applicazioni per smartphone e tablet.

Pubblicato in Ultime
Pagina 1 di 3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo