NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

ICT beni culturali

Presso il British Museum di Londra nei giorni 9 e 10 Novembre al "9th International Round  Table On Polychromy In Ancient Sculpture And Architecture", sarà presentato il contributo dal titolo "Communicating ancient polychromies: the Spatial Augmented Reality experience" dello Studio Glowarp.

#HackCultura2019 è una iniziativa volta allo sviluppo di progetti digitali da parte degli studenti delle scuole italiane, per favorire nei giovani, in un’ottica di ‘titolarità culturale’, la conoscenza e la ‘presa in carico’ del patrimonio culturale nazionale.

Il Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova ha avviato il Progetto MemO, “La memoria degli oggetti. Un approccio multidisciplinare per lo studio, la digitalizzazione e la valorizzazione della ceramica greca e magno-greca in Veneto”, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando “Progetti di Eccellenza 2017”.

L’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione insieme alla Biblioteca Apostolica Vaticana e alle Stanford University Libraries ha recentemente organizzato il workshop dedicato a “Standard per la digitalizzazione del patrimonio culturale e interoperabilità”, durante il quale ha presentato lo standard iiiF – International Image Interoperability Framework e il caso d’uso della Biblioteca Apostolica Vaticana.  

L’App accessibile del Museo Sannitico di Campobasso. Nell’ambito del progetto “SMART CULTURAL HERITAGE 4 ALL”, la nuova App che propone due percorsi immersivi sensoriali concepiti per fare “vedere” il museo ai portatori di disabilità visiva.

In questi mesi sta avendo molto risalto, grazie alla promozione da parte di Italia Nostra, la Piattaforma che archivia e rende disponibili gli articoli scritti dal giornalista Antonio Cederna.

Grande interesse a Roma per “Technology for All 2018”, quinta edizione del forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio e l’ambiente, i beni culturali e le smart city. L’evento, che si è svolto dal 3 al 5 Ottobre presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha visto la presenza di circa 100 relatori di altissimo livello, oltre 1.200 visitatori professionisti e 25 aziende specializzate, che hanno presentato al pubblico i loro sistemi hi-tech più recenti e sofisticati.

Una storymap per la traduzione del pensiero umano in geografia su Antonio Cederna e la Via Appia, al #TFA2018 il 4 e 5 Ottobre presso la sede dell'ISA (Istituto Superiore Antincendi) del Corpo Nazionale dei vigili del Fuoco. La consapevolezza dell'importanza strategica delle mappe attraversa tutta l’opera di Antonio Cederna. “Non si può conservare e difendere ciò che non si conosce: è questa ignoranza che favorisce la degradazione che ogni giorno lamentiamo del patrimonio storico, artistico e ambientale”, scrive nel 1976 sul -Corriere della Sera-, in un articolo dal titolo programmatico: "E' una difesa dal saccheggio la mappa dei beni culturali". 

Al Forum TECHNOLOGY for ALL Mibac e CNVVF presenteranno la relazione dal titolo "Piattaforma STORM: L'importanza dei sistemi di supporto alle decisioni nella sicurezza dei beni culturali." Le situazioni di emergenza che coinvolgono il patrimonio culturale per cause legate ad eventi naturali all'azione dell'uomo sono in aumento.

In un processo continuo di standardizzazione, uniformazione e integrazione, per i quali i due ambiti della Geodesia e della Geoinformatica, si stanno fondendo a seguito di un’onda inarrestabile intrapresa e guidata dalla digitalizzazione come fenomeno regolato dalle app, dai mass media e dallo sviluppo dei social network.

Pagina 1 di 35
Sea Drone Gallipoli
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo