NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Quinta Edizione del Training formativo MuseiEmotivi: Strumenti Emotivi al Museo

NEMECH (New Media for Cultural Heritage) annuncia la Quinta edizione del Training formativo MuseiEmotivi che si svolgerà presso il Museo Marino Marini di Firenze, nei giorni 6/9 marzo 2019.

Nella quinta edizione di MuseiEmotivi, su proposta della Fondazione Marini San Pancrazio, abbiamo scelto di metterci in gioco in un contesto museale a-tipico: quello del Museo Marino Marini di Firenze. Un Museo prestigioso, che conserva diverse opere donate dal grande maestro alla città di Firenze, esposte con un allestimento suggestivo e strettamente connesso al punto di vista, allo stato d’animo e alle emozioni dell’artista. Un Museo che è anche fortemente rappresentativo nel contesto cittadino, in quanto situato in un luogo storico della città di Firenze, dotato di forte valenza simbolica e correlato alla antica chiesa e al complesso di San Pancrazio, isola e cuore di un rione che per secoli rappresentò uno dei riferimenti primari della vita popolare fiorentina. Uno spazio in continua evoluzione, interconnesso anche a diversi periodi storici e a importanti interventi architettonici e artistici, tra cui la famosa Cappella commissionata dalla famiglia Rucellai a Leon Battista Alberti. Questa particolare concezione di Museo in-divenire ci ha subito incuriosito come scenario diverso e diversificato in cui far crescere il nostro metodo di ricerca interdisciplinare, basato sul tema #MuseiEmotivi e in cui declinare l’approccio emotivo con modalità appropriate al luogo. Un luogo “liquido”, infatti, polisemantico e multifunzionale del contemporaneo, aperto alla contaminazione e di ampio respiro internazionale e periodicamente sede di conferenze, proiezioni, performance, esposizioni temporanee, nella più concreta interpretazione che Marino Marini ebbe della sua arte e cioè intesa come occasione di incontri, di vita, di umanità e di arricchimento culturale. Il focus di questa quinta edizione è legato all’uso degli strumenti emotivi al Museo. Strumenti digitali connessi ai nuovi media e ai linguaggi della contemporaneità, ma anche strumenti intesi nella loro accezione più ampia, capaci di suscitare l’interesse dei diversi pubblici, di stimolare e creare nuove connessioni, fisiche e/o digitali, tra il museo, i suoi visitatori e il contesto in cui si colloca. Strumenti emotivi, se considerati come mezzi e non come il fine ultimo nell’esperienza di visita, capaci di dare voce a spunti narrativi in grado di comunicare contenuti culturali in modo creativo e personalizzato. Una scelta, questa, che ci porta ad affrontare tematiche ben più ampie che riguardano la diversità dei linguaggi e degli approcci e dei modi in cui questi possono fare di ogni museo un luogo unico e irrepetibile. Un’occasione per comprendere meglio come l’emozione, la partecipazione e il coinvolgimento dei diversi pubblici possano contribuire ad accrescere i processi conoscitivi e di apprendimento nei Musei del nostro secolo.

Intervengono:
• Alberto Del Bimbo, direttore MICC (Media Integration and Communication Center, Università di Firenze) | NEMECH – New Media for Cultural Heritage | Board MuseiEmotivi
• Marco Barberis Founder Punto Rec Studios
• Alessandro Bollo – Direttore Fondazione Polo del ‘900 , Torino
• Stefano Begonzini e Riccardo Ricci – Founders Museyoum – your experience engine
• Cinzia Dal Maso, founder Archeostorie
• Andrea Ferracani, ricercatore MICC – NEMECH
• Lorenzo Greppi, architetto-museografo, Fiesole (FI) | Board MuseiEmotivi
• Adele Magnelli International Project Manager ETT Solutions S.p.A
• Paolo Mazzanti, ricercatore MICC/Nemech | | Board MuseiEmotivi
• Massimo Negri, direttore European Museum Academy | direttore Scientifico master in Museologia Europea IULM
• Paolo Ranieri Multimedia designer, co-founder studio Karmachina
• Claudio Rosati , SIMBDEA Società italiana per la museografia e i beni demoetnoantropologici
• Margherita Sani, Funzionario IBC Beni Culturali Regione Emilia Romagna. Bologna | Executive Board NEMO - Network of European Museum Organisations
• Antonia Silvaggi, Founder e Manager progetti europei, ricercatrice – Melting Pro, Roma
• Fabio Viola, Gamification & Engagement Design – Presidente Tuomuseo
• Esperti ricercatori dei Centri di Competenza e di Ricerca NEMECH (New Media for Cultural Heritage), e MICC (Media Integration and Communication Center) – Università degli Studi, Firenze

Intervengono inoltre:
• Patrizia Asproni, Presidente Fondazione Marini San Pancrazio Museo Marino Marini
• Elisa Ascani, coordinamento eventi e mostre Fondazione Marini San Pancrazio Museo Marino Marini
• Chiara Lachi, dipartimento educativo Fondazione Marini San Pancrazio Museo Marino Marini

INFO e ISCRIZIONI
Il percorso prevede interventi frontali e attività laboratoriali, con la partecipazione di esperti, ricercatori e studiosi, visite e approfondimenti tematici.
Saranno ammessi 42 partecipanti. Le iscrizioni sono già aperte e le richieste devono essere inviate via mail entro il 5 febbraio 2019, come specificato a questo link.

Ulteriori informazioni:

nemech.unifi.it/portfolio-posts/museiemotivi5/nemech.unifi.it/portfolio-posts/museiemotivi5/

• Evento Facebook 
• Twitter #museiemotivi

Fonte: NEMECH

itsqarhyzh-CNnlenfrdejaptrues
Sea Drone Gallipoli
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo