NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues

VECTORS OPEN STANDARDS

In Archeofoss 2020, Julian Bogdani presented a discussion on methodological issues and practical solutions regarding the development and publication of open standards for the vectorization of archaeological and architectonic topographic legacy data (abstract in https://zenodo.org/record/4002961#.YHgzlOgzaUk).

To design specific cartographic and topographic themes fit for publication, there is a need to have maps of various scales digitized, vectorized and georeferenced. Usually, this material is quite heterogeneous depending on multiple aspects: scale, graphical styling and topographic accuracy. Therefore, the degree of interpretation and reconstructive hypothesis varies greatly from one map to another.

These processes entail risks, primarily creating a CAD-based, muted vector theme, a sort of digital-analogical copy of the paper version. Thus, in the Atlas (https://atlas.paths-erc.eu), it was decided to enrich the vector features with semantics, through the drafting of a simple but powerful schema able to encode concisely but exhaustively all sorts of information that a common archaeological and/or architectonic sketch is able to convey.

This approach considers the georeferencing and vectorization processes not as a purely mechanical or “join-the-dots” task, but as a critical archaeological reading and interpretation of the original drawing and its translation into digital format.

The resulting protocol named PAThs Simple Vectorization Protocol, or simply SVP, has been released as a Free Cultural Work with the Creative Commons Attribution 4.0 International License.

It’s possible to review this presentation on youtube: https://www.youtube.com/watch?v=OPt3XURTP0g

Follow us on our social network! 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3ha8

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo