NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

Salone Internazionale del Restauro: Albania partecipa come "Partner Country"

L’Albania parteciperà, in qualità di ‘partner country’ e con una delegazione di operatori albanesi, al Salone Internazionale del Restauro in programma dall’1 al 3 settembre nella Fiera del Levante di Bari e alla Restoration Week, evento itinerante che toccherà Napoli, Matera, Pompei e Bari dal 30 agosto al 4 settembre. La notizia è stata annunciata durante la conferenza stampa organizzata a Tirana dall’Ambasciata d’Italia a Tirana, in collaborazione con ICE Agenzia,Assorestauro e il Salone internazionale del Restauro, di concerto con il Ministero della Cultura albanese sul rafforzamento dei rapporti bilaterali tra l’Italia e l’Albania nelle attività di tutela, di conservazione e di valorizzazione dei beni culturali.
La partecipazione dell’Albania sarà l’occasione per intensificare la collaborazione italo-albanese nel settore del restauro e del recupero del patrimonio costruito, anche a seguito del terremoto del 2019 che causò ingenti danni al patrimonio edilizio e, in alcuni casi, storico-culturale. L’obiettivo è quello di favorire la presenza in Albania di aziende italiane e di suggellare accordi istituzionali e commerciali lungo le direttrici del ruolo del restauro nella transizione ecologica e dei grandi cantieri del restauro. 
 
Alla conferenza hanno presenziato l’ambasciatore Fabrizio Bucci, la ministra albanese della Cultura, Elva Margariti, il presidente di Ferrara Fiere, Andrea Moretti, il direttore di Assorestauro, Andrea Griletto, la direttrice Ufficio Ice Tirana, Elisa Scelsa, mentre sono intervenuti in collegamento virtuale i presidenti di Regione Puglia, Michele Emiliano, e della Fiera del Levante, Alessandro Ambrosi.
 
Da anni il Salone del Restauro è il luogo di riferimento per la creazione di sinergie e opportunità tra le istituzioni, i musei, gli enti pubblici e le imprese e per la domanda sempre più specifica in termini di conoscenza e approfondimento del restauro italiano da parte di paesi esteri. Il settore è un’eccellenza italiana internazionalmente riconosciuta, componente fondamentale del sistema creativo italiano che produce nel suo complesso ogni anno il 6% del PIL per un totale di 92 miliardi in valore aggiunto. La specifica filiera si compone di circa 150 mila professionisti specializzati, progettisti e studi di architettura, 300 produttori storici di materiali dedicati e 4.400 imprese orientate alla costante innovazione delle tecnologie applicate grazie alla qualificata manodopera di oltre 135.000 addetti. 
 
L’ambasciatore Fabrizio Bucci nel suo intervento di saluto ha ribadito che “i rapporti di cooperazione tra l’Italia e l’Albania nel settore della cultura sono speciali e considerato il legame fraterno tra i nostri due Paesi, il settore della cultura rimane un’area privilegiata di collaborazione. L’Italia fa molto qui in Albania, credo però che dobbiamo e possiamo fare molto di più. Stiamo lavorando al rinnovo del Protocollo di cooperazione culturale tra Italia e Albania che fornirà il quadro giuridico e istituzionale all’interno del quale sviluppare numerosi progetti tra cui quelli già in corso di attuazione. Contiamo a breve di avere una missione del Ministro Franceschini qui in Albania che sarà anche un momento per suggellare questa ripartenza e portare avanti le tante iniziative che abbiamo in corso”. 
 
In merito all’iniziativa presentata nel corso della Conferenza stampa, l’ambasciatore ha aggiunto che “il progetto “Restauro Made in Italy” è progetto promosso dall’Istituto per il Commercio estero in partenariato con Assorestauro e Ferrara Fiera Congressi. Quello che facciamo con Assorestauro sia in Albania che nel resto del mondo dimostra quanto il settore pubblico e quello privato possano e debbano collaborare. La cultura è anche un formidabile volano di sviluppo economico”. 
 
Nel corso del suo intervento, la ministra albanese della Cultura Margariti ha dichiarato che “per noi il modello italiano e l’eccellenza italiana sono stati fonte di ispirazione, in particolare la filosofia dell’economia della bellezza. Sono particolarmente lieta di poter concretizzare ulteriori iniziative in collaborazione con Assorestauro. Sono onorata di aver ricevuto l’invito a rappresentare l’Albania al Salone del Restauro a Bari e confido che la nostra presenza a settembre sarà un’occasione concreta di importanti collaborazioni nel settore”.
 
 

 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3449

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo