NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 


 

itzh-CNenfrdejaptrues
Viaggiare nell'arte e nella letteratura del paesaggio italiano:  Annibale Carracci, Caravaggio e l’Appia Antica

Viaggiare nell'arte e nella letteratura del paesaggio italiano: Annibale Carracci, Caravaggio e l’Appia Antica

Nell’ambito del ciclo di conferenze Sabati d’Arte e Cultura 2022. Dal falco al drone: Appia e non solo. Il paesaggio tra rappresentazione artistica ed esplorazione scientifica, a cura di Annalisa Cipriani dell’Associazione Italia Nostra e di Simone Quilici, Direttore del Parco Archeologico dell’Appia Antica.
- Sabato 23 aprile 2022 alle ore 10.00 si terrà, nelle Giornate Viaggiare nell’arte e nella letteratura del paesaggio italiano, la conversazione di Francesca Salvemini, che parlerà di Annibale Carracci, Caravaggio e l’Appia Antica. Centro di Documentazione e Archivio Antonio Cederna nel Complesso di Capo di Bove del Parco Archeologico dell’Appia Antica, Via Appia Antica 222. 

Nelle due lunette Aldobrandini di Annibale Carracci della Sepoltura di Cristo e della Fuga in Egitto (Galleria Doria Pamphilj, Roma) il paesaggio e’ tutt’altro che fantastico: e’ precisamente anacronistico. Se nella storiografia del barocco - primo fra tutti André Felibien negli Entretiens - per prospettiva s’intenderà precipuamente uno scorcio panoramico e’ dovuto a questi due originalissimi dipinti, che commemorano squarci sincretici della storia cristiana nelle vedute delle Mura Aureliane sulla Via Appia e del Pantheon. Nella Fuga in Egitto scorre il fiume Tevere con le sue anse e nell’orografia sullo sfondo, come nella Sepoltura, si affacciano il Monte Mario ed il Soratte, eremo di papa Silvestro I; nella Deposizione di Caravaggio (Pinacoteca Vaticana) è l’interno del Sepolcro delle Platonie di S. Sebastiano con la pietra angolare dell’unzione, invece, ad esservi rappresentato.

---

Il ciclo di conferenze ha il proposito di fornire, insieme alle fonti, i codici di lettura ideologici, religiosi, sociali e artistici, che hanno dato forma al paesaggio italiano: “immenso accumulo e sedimento straordinario dove tempo e spazio si intersecano ininterrottamente” anche con la conoscenza delle tecnologie e degli strumenti più avanzati per l’analisi e l’indagine sullo stato di conservazione del nostro patrimonio storico-ambientale. 

Programma generale delle Conferenze
Saper vedere l’ambiente naturale, costruito, vissuto - omaggio a Vittoria Calzolari e Italo Insolera

9 aprile ore 10 | Simone Quilici, Mirella Di Giovine

Viaggiare nell’arte e nella letteratura del paesaggio italiano - omaggio a Cesare Brandi e Giorgio Bassani

23 aprile ore 10 | Francesca Salvemini
7 maggio ore 10 | Lidia Cangemi 

Rappresentare lo spazio fisico, storico e geografico del paesaggio - omaggio a Leonardo Benevolo

21 maggio ore 10 | Vito Lattanzi
28 maggio ore 10 | Manlio Lilli 

Contributo del PAAA: lo studio dei codici di lettura del paesaggio

21 maggio | Luigi Oliva, Stefano Roascio
28 maggio | Santino Alessandro Cugno 

Ascoltare il Paesaggio sonoro - Omaggio a Massimo Coen e Silvano Bussotti

4 giugno ore 10 | Alessio de Cristofaro
11 giugno ore 10 | Marcello Duranti 

Contributo del PAAA: accessibilità e sensorialità aumentata

11 giugno | Francesca R. Paolillo, Mara Pontisso, Clara Spallino 
@archeoappia www.parcoarcheologicoappiaantica.it 

Comprendere il Paesaggio cinematografico - omaggio a Pier Paolo Pasolini 

17 settembre ore 10 | Dario Pontuale
24 settembre ore 10 | Valentina Innocenti 

Conoscere la memoria digitale delle fonti documentarie cartacee, videofotografiche, sonore, conservate nell’Archivio di Stato, Cineteca e Discoteca di Stato, Inasa, Società geografica italiana, Istituto Luce, Iccd

1 ottobre | Renzo Carlucci
8 ottobre | Paolo Rosati 

Contributo del PAAA: il patrimonio digitale come risorsa per una nuova conoscenza del Parco

8 ottobre | Lorenza Campanella, Simona Turco 

Ut pictura musica - chiusura in omaggio ad Antonio Cederna

1 e 8 ottobre ore 10 | Marcello Duranti (Associazione Controchiave), responsabile e coordinatore delle performance artistiche in programma presenta una piccola antologia di lezioni concerto sul paesaggio eseguite al Museo degli Strumenti musicali 

Le conversazioni concerto sono a cura di Annalisa Cipriani 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.archeomatica.it/3qqh

Sostieni la rivista Archeomatica ed il sito Archeomatica.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata ai beni culturali, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.

Abbonatevi CLICCANDO QUI  


CHNT
CHNT
/div>

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo